Caffé PHILO

I caffè filosofici intendono allontanarsi dal modello della conferenza e puntano sia a presentarsi come intervento a più voci , che a instaurare con il pubblico una relazione dialogica atta a decostruire gerarchie di saperi fra chi parla e chi ascolta. Per questo motivo privilegiano la lettura di testi supportata da un breve commento, accompagnata da intermezzi musicali appropriati. Cerchiamo così di costruire il luogo pubblico di un incontro libero dal vincolo del lavoro e della pressione sociale, spazio aperto a una riflessione serena e informale su testi filosofici o letterari.

I caffè filosofici hanno accompagnato la vita dell’associazione nell’arco di questi anni, costituendo un momento fisso di incontro. Da novembre a giugno, una volta al mese (un tempo il terzo giovedì ora il quarto venerdì) ci si è ritrovati per lo più presso il caffè Letterario “Al Convento” in piazza della Motta a Pordenone; ma otto incontri simili sono stati tenuti anche a Sacile alla Country House “Due Fiumi” di Schiavoi e sei ad Azzano X al Centro Sociale per anziani.

Le letture e i materiali di studio, salvo diversamente indicato, sono liberamente scaricabili e utilizzabili, con l’impegno di citare la fonte.

Il logo dei Café Philo è di Lucia Mainetti ed è protetto da copyright.

Programma 2015

(il programma è di massima e potrebbe subire dei cambiamenti )

ANTIFONE: Ascoltare, rispondere, riconoscersi

Il tema comune suggerito dal titolo, volutamente aperto a più interpretazioni, verrà articolato diversamente nelle differenti discipline: letteratura, filosofia, teatro, musica, ecc. Esso vuole richiamare il senso di un intreccio che si muove grazie alla dinamica dell’ascolto e della risposta nell’accordo o nel contrasto attraverso cui si dibatte e ci si incontra. La metafora della voce che risponde/contrasta in ascolto dell’altra permette di declinare il tema sui diversi livelli: musicale, letterario, teatrale, filosofico. A partire da tale tema comune, saranno sviluppati alcuni percorsi, sia nei gruppi di auto-aggiornamento sia nei caffè filosofici.

 5 febbraio 2015 Riconoscere l’altro: la lotta e il rispetto a cura di Francesca Scaramuzza e Daniela Floriduz   leggi

27 febbraio 2015 Memorie e dintorni. Storie di vita a cura di Clementina Pace   leggi

17 aprile 2015 Lo specchio sonoro 2 aa cura di Stefano Bertolo con i ragazzi dello IAL   leggi

23 ottobre 2015 Il potere della voce nell’Africa occidentale a cura di Bamba Niang

27 Novembre 2014 Tu che mi vedi, io che ti racconto: dal videocurriculum al racconto di sé a cura di Stefano Bertolo con i ragazzi dello IAL

18 Dicembre 2015 Il tempo di una canzone a cura dei partecipanti

Programma realizzato nel 2013/14

Vedere /vedersi. Conoscere sé e gli altri attraverso i sensi: gli occhi, la voce, l’ascolto

29 novembre Palomar nella caverna a cura di Sonia Marcuz   leggi

20 dicembre Mia madre è un fiume a cura di Clementina Pace   leggi

24 gennaio  Lo specchio sonoro a cura di Stefano Bertolo   leggi

28 febbraio Ame Degg Degg: sentire oltre nell’Africa occidentale a cura di Bamba Niang   leggi

28 marzo Vedere oltre lo sguardo a cura di Daniela Floriduz e Francesca Scaramuzza   leggi

23 maggio  In solitudine io racconto, conferenza concerto del musicista Armando Battiston   leggi

25 giugno Leggere, condividere, raccontarsi a cura di Clementina Pace   leggi

12 e 26 settembre Parlare per non dire, tacere per comunicare : due incontri di due ore condotti dal dr. Corrado Bortolin   leggi

12 dicembre IL tempo di una canzone in ricordo di Giovanni Scrizzi, a cura di tutti i partecipanti   leggi

Per conoscere tutte le iniziative e accedere a tutti i materiali  di studio vedi archivi

Blog Café philo