immagine filosofia con i bambini (1)

La filosofia si interroga sulle crisi nella scuola

9 aprile 2007 a Sacile

Giornata di studio in collaborazione con il Comune di Sacile

ore 9.00 incontro con le classi della prof. Nadia Pillon Assessore alla cultura del Comune di Sacile, presso la Scuola Magistrale di Sacile, sul tema “Sapere la filosofia” a cura del prof.Giuseppe Ferraro;

ore 15.00 incontro con gli insegnanti presso la Biblioteca Comunale sul tema “La filosofia con i bambini come pratica educativa”. Relatori il prof. Giuseppe Ferraro, le dott.sse Cati Maurizi Enrici, Daniela Lunardelli e Sonia Marcuz;

ore 21.00 incontro a Palazzo Billia dedicato al grande pubblico sul tema “I luoghi, i limiti e i legami” relatore il prof. Giuseppe Ferraro, coordina Cati Maurizi Enrici, interviene l’Assessore alla cultura del Comune di Sacile, prof. Nadia Pillon.

L’educazione è il momento che decide se noi amiamo abbastanza il mondo da assumercene la responsabilità e salvarlo così dalla rovina, che è inevitabile senza il rinnovamento, senza l’arrivo di esseri nuovi, di giovani. Nell’educazione si decide anche che noi amiamo tanto i nostri figli da non estrometterli dal nostro mondo lasciandoli in balia di se stessi, tanto da non strappargli di mano la loro occasione d’intraprendere qualche cosa di nuovo; e prepararli invece, al compito di rinnovare un mondo che sarà comune a tutti. (Hanna Harendt, Tra passato e futuro)

È Hanna Arendt che ci ha suggerito, anzi quasi “imposto” con la forza delle sue parole, di ritornare a pensare la relazione che esiste tra crisi dell’autorità, violenza e conformismo, e di farlo a partire dalla scuola dove nel gruppo i bambini e gli adolescenti spesso si trovano di fronte a false “opportunità”: rinunciare silenziosamente alla propria identità in favore del “si pensa” del gruppo, o emergere dall’anonimato spesso compiendo atti di violenza, o ricercando una spudorata visibilità. L’urgenza educativa del nostro tempo chiede al pensiero filosofico di affrontare le sue reali responsabilità e potenzialità formative nella scuola di ogni ordine e grado. L’orizzonte che fa da sfondo alle storie personali di ogni bambino e di ogni ragazzo, infatti, non può essere ridotto a questioni tecniche di mera istruzione, ma implica un riferimento a un orizzonte di senso più ampio, in cui il benessere del singolo venga pensato in relazione a quello della comunità in cui vive. La filosofia con i bambini vorrebbe appunto contribuire al rafforzamento di questa idea: si vive, si pensa e si co-costruisce il sapere insieme.

“La filosofia con i bambini” come approccio metodologico e pratica educativa fa riferimento a due interpretazioni ormai classiche: la Philosophy for Children di Matthew Lipman e la Kinderphilosophie di Daniela Camhy.

In questi due incontri vorremmo presentare l’esperienza di Giuseppe Ferraro, professore all’Università di Napoli, impegnato da anni, oltre che nella sua attività di ricerca, in un progetto di vera e propria liberazione della filosofia dalle mure delle accademie.

Il prof.Giuseppe Ferraro è docente di Filosofia presso il Dipartimento di Filosofia A. Aliotta dell’Università di Napoli Federico II, e al Philosophisches Seminar della Ludwigs Universitaet di Freiburg in Germania.