immagine filosofia con i bambini (1)L’Associazione SpazioPensiero pone al centro il rapporto dialogico tra la dimensione teorica e quella pratica del sapere, nelle sue differenti modalità di comunicazione e di realizzazione. Muovendosi in tal senso, un gruppo di noi, insegnanti impiegati in diversi ordini di scuola nel pordenonese, ha cercato negli anni di approfondire il terreno delle “pratiche filosofiche”, ed in particolare, tra queste, la “filosofia con i bambini”.
Come “pratica filosofica” tra le più diffuse e conosciute, essa si colloca nella dimensione dell’educazione e della formazione dei bambini e degli adolescenti, proponendo un esercizio filosofico su base dialogica. L’avvicinamento teorico e la sperimentazione dei metodi della “filosofia con i bambini”, avviati sulla base di una formazione post-laurea che alcuni di noi hanno con motivato interesse intrapreso, ci ha persuasi della validità di tale pratica a vari livelli, principalmente per la sua capacità di valorizzare la dimensione dell’alterità e dell’intersoggettività.

Alcune chiarificazioni sulla pratica della “filosofia con i bambini”

Essa parte dal presupposto che si possa imparare a pensare e che tale processo di “costruzione del pensiero” avvenga sempre come “pensiero condiviso”, attraverso un ricercare insieme.
Il dialogo viene a configurarsi come il terreno ideale dove i bambini e i ragazzi possono liberare domande e pensieri ed insieme – opportunamente stimolati, ma mai indirizzati dall’adulto, che da insegnante si tramuta in facilitatore – fare esperienza di partecipazione e di co-costruzione del pensiero.
Tale finalità è fondamentale se si pensa come essa sia la base del comprendere e dell’apprendere i linguaggi di tutte le discipline scolastiche, costituendone l’ossatura logico-argomentativa, nonché il presupposto per lo sviluppo dell’autonomia di pensiero in una prospettiva democratica più ampia, che riguarda la promozione della crescita della persona. La filosofia è qui utilizzata come mezzo per l’esercizio di una criticità intesa come costruzione di spazi di libertà e condivisione e si propone di sviluppare la conoscenza del sé – nel suo aspetto cognitivo (pensiero) ed insieme relazionale (emozioni). La pratica del “filosofare con i bambini” promuove dal punto di vista cognitivo le competenze trasversali (metodo di studio, abilità di pensiero, abilità logico-argomentative, relazionali, ecc.) e dal punto di vista socio/affettivo quegli atteggiamenti e quelle competenze relazionali utili alla prevenzione del disagio (difficoltà di socializzazione, comportamenti violenti e fenomeni di bullismo).
Le metodologie da noi adottate fanno libero riferimento alla “Kinderphilosophie” di Daniela Camhy e alla “philosophy for children” (acronimo p4c) di M. Lipman, professore statunitense di logica. Il programma di Lipman, grazie al quale soprattutto tale pratica si è divulgata – lungi dal proporsi di trasmettere contenuti filosofici ai bambini – si configura essenzialmente come pratica didattica volta alla costruzione del pensiero complesso. Si tratta di utilizzare il dialogo per accompagnare i ragazzi in un esercizio che è loro congeniale: porre domande, chiedere perché, escogitare soluzioni plausibili, all’interno di una “comunità” che insieme ricerca, discute, argomenta.
La “comunità di ricerca” è il luogo in cui attraverso il dialogo le diversità vengono valorizzate e l’individualizzazione si fa esperienza concreta dell’intero gruppo-classe: a partire dal rispetto delle regole condivise, i bambini sono infatti in grado di mettere in circolo domande, ipotesi, idee, emozioni e punti di vista, cosicché nel cerchio ognuno si arricchisca e contribuisca ad arricchire l’altro.

Iniziative da noi realizzate intorno ai metodi della “filosofia con i bambini”

  • Corsi di formazione per docenti

Oltre ad aver avviato percorsi nelle nostre classi ed in altri Circoli Didattici o Istituti Comprensivi in qualità di docenti esterni esperti, nei diversi anni scolastici che si sono susseguiti dal 2003 ad oggi, abbiamo iniziato a programmare iniziative di autoformazione e, nel 2008, abbiamo istituito due diversi corsi di aggiornamento rivolti a docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, con la finalità di introdurli alla pratica della “filosofia con i bambini”. L’associazione è stata accreditata dal MIUR, USR FVG, nel 2009.

  • Convegno sul tema “Educazione, conflitti, risorse. La filosofia si interroga sulla crisi nella scuola”, in collaborazione con il Comune di Sacile, con la partecipazione del prof. Ferraro. leggi
  • Convegno assieme all’associazione Phronesis sul tema “Che senso abbiamo? Pratiche filosofiche e ricerca di se stessi”, nel 2009. leggi
  • Partecipazione all’incontro nazionale della p4c community (Padova, settembre 2007). leggi
  • Riflessioni spunti, suggestioni  a partire dalle esperienze in classe di pratica di filosofia con i bambini sui  seguenti temi: Musica…con filosofia leggi, Ritornare a scuola….con filosofia leggi, i Classici con…filosofia leggi, Pensare con…una sfera leggi, Pensare con…una poesia leggi

Articoli sulla “filosofia con i bambini” pubblicati da noi.

Amica Sofia 2/2011
Daniela Lunardelli, “Come nasce l’idea e come ha mosso i primi passi”
Cati Maurizi Enrici, “La sfera del pensiero”
Sonia Marcuz, “Pensare… tutta l’elettricità del mondo”Amica Sofia 2/2010
Daniela Lunardelli, Sonia Marcuz e Cati Maurizi Enrici, “Il Natale… con filosofia”“Edizione” – Rivista della Sezione Friuli-Venezia Giulia della Società Filosofica Italiana, n. 15, Libreria Al Segno Editrice, Pordenone, 1997 – sezione “La filosofia bambina” (pp. 137-158):
Francesca Scaramuzza, “La filosofia bambina. Una breve nota” (pp. 137-140).“Edizione” – Rivista della Sezione Friuli-Venezia Giulia della Società Filosofica Italiana, n. 29-30, Libreria Al Segno
Editrice, Pordenone, 2004 – numero monografico “Fare filosofia con i bambini:
Daniela Lunardelli, “Il pensiero metaforico e la Philosophy for Children” (pp. 147-158).
Sonia Marcuz, “Ragionamento analogico e Philosophy for Children” (pp. 159-170).
Giuseppina Moscato, “Buona maestra pubblicità” (pp. 171-184).

Blog Filosofia con i bambini